Contatti
Redazione-

In centinaia per la pedalata/passeggiata di Memoria ‘900 “con le donne e per le donne”

Camminata per il Corso
Camminata per il centro storico

Un week end con le donne e per le donne a Velletri: questa la sintesi dell’iniziativa proposta dall’Associazione Culturale Memoria ‘900, con un sabato dedicato ai più piccoli e la domenica riservata invece alla pedalata non competitiva aperta a tutti i cittadini.

Sabato mattina giochi con bici e senza bici per bambini e bambine nel piazzale Clementina Caligaris, grazie alla collaborazione dei professionisti della Volsca Velletri, importante realtà di settore. Sorrisi e allegria per i piccoli partecipanti, che debitamente muniti di casco e ginocchiere hanno fatto i giri nei mini-circuiti predisposti dall’organizzazione con i piccoli ostacoli da superare. Presente anche una rappresentanza della Consulta per lo Sport di Velletri.

Ciclisti in villa

Più di cento persone – tra la pedalata lunga, quella breve e la passeggiata – si sono invece radunate domenica mattina, in Villa Ginnetti, per prendere parte all’iniziativa ginnico-culturale. Un modo di vivere la città di Velletri omaggiando le donne, vista la concomitante Giornata Internazionale della Donna, per la quale il Comune di Velletri ha pianificato diversi eventi includendo anche quello di Memoria ‘900. La Presidente Emanuela Treggiari ha salutato i presenti al raduno, ricordando come questo evento sia nato lo scorso anno in un periodo post-pandemico e con la prima edizione dedicata all’indimenticata Romina Trenta. Quest’anno sono state ben tre le donne a cui simbolicamente è stata dedicata la manifestazione: Yulia ZdanovskaMahsa AminiMursal Nabizada. Yulia è stata uccisa durante lo scontro ucraino-russo l’8 marzo 2022: era una campionessa europea di matematica e aveva appena 21 anni. Mahsa, invece, era una ragazza curda di 23 anni uccisa a Teheran. Mursal, invece, era una parlamentare afghana e ha perso la vita a 32 anni a Kabul. Queste tre donne rappresentano esempi di una storia brutta e crudele che non deve ripetersi.

Piccoli ciclisti

Alle 10 in punto, alla presenza della vice-sindaca Giulia Ciafrei – tra le partecipanti alla pedalata – e del presidente del Consiglio Comunale Sergio Andreozzi sono partiti i tre grupponi, caratterizzati anche dalle mimose appese alle bici o tenute tra le mani. Un giro ciclistico di 10 km, uno più breve di 5 km – scortati dai sempre disponibili soci dell’Associazione che hanno fatto da apripista e chiudi-pista – e una passeggiata per le vie del centro in contemporanea hanno popolato Velletri per poi ritrovarsi alla Villa Ginnetti, in quel Piazzale Clementina Caligaris la cui intitolazione fu voluta proprio da Memoria ‘900 per ricordare una grande donna e il suo impegno politico.

L’Associazione Culturale Memoria ‘900 ha ringraziato tutti i presenti, in numero crescente rispetto alla prima edizione: segno che l’evento è sentito e voluto, tanto che in molti si sono “raccomandati” di ripetere una terza edizione nel 2024. Un doveroso ringraziamento lo ha inoltre rivolto ai Vigili Urbani e agli sponsor che hanno sostenuto l’iniziativa: Emofrutta, Tani Caffè, Vjs Velletri (che al centro sportivo “Vittorio 5” ha offerto anche uno splendido rinfresco per il ristoro dei ciclisti a metà percorso), Forno Silvestri, Impresa dei Volsci ed EdilCeramiche.